• Sede RDB Srl:
    Torino Via G. Pacchiotti, 123
  • Tel. +39.011 4120771
    rdb@avvitare.it
Richiedi info
portfolio-banner-image

Ergonomia sul posto di lavoro: cos'è e come migliorare l'ergonomia e la sicurezza della postazione

  • 11-11-2019

Prima di entrare nel dettaglio dell’ergonomia sul posto di lavoro è necessario fare chiarezza su un concetto molto specifico: il rischio ergonomico.

Se ne sente parlare sempre più spesso ma qual è il significato di rischio ergonomico?

cos’è l ergonomia?

L’ergonomia è una scienza che si occupa dello studio delle funzioni e dell’interazione fra i tre elementi che costituiscono un sistema di lavoro:

  • uomo
  • macchina
  • ambiente 

L’obiettivo dell’ergonomia sul posto di lavoro è migliorare le prestazioni del sistema e tutelare il benessere, la salute e la sicurezza dei lavoratori. Per raggiungere questo scopo sono indagate varie aree tra cui quella del fattore umano e approfonditi i rischi legati alla movimentazione manuale dei carichi e ai movimenti ripetuti.

Secondo la normativa che tutela il lavoro e i posti di lavoro, le attrezzature e i mezzi ausiliari devono essere conformi a criteri ergonomici volti a tutelare la salute fisica dei lavoratori soprattutto nel caso di mansioni che devono essere svolte per un periodo prolungato. Considerata la frequenza delle patologie muscolo-scheletriche correlate al lavoro si è reso sempre più necessario prestare attenzione ai rischi a cui è esposto l’apparato locomotore.

L’ergonomia sul posto di lavoro

Il Rischio da Movimentazione manuale dei carichi è trattato nel titolo VI del D.Lgs 81/08 e identifica come potenzialmente rischiosa qualsiasi tipo di attività che comporti il sollevamento, il trascinamento, la spinta o lo spostamento di un peso, che possano causare l’insorgere di patologie a carico della colonna vertebrale, delle articolazioni e dei muscoli.


La postazione ergonomica sul posto di lavoro diventa fondamentale in tutte quelle attività lavorative che richiedono delle posture particolari connesse a movimenti ripetitivi degli arti superiori, come quelle che si svolgono nei processi di avvitatura industriale, che possono causare lo sviluppo di disturbi negli apparati muscolo-scheletrici


La ripetizione di una particolare azione manuale produce continue sollecitazioni che possono provocare piccoli traumi e usure alle articolazioni dei muscoli e dei tendini. Dalle ricerche sull’ergonomia dei posti di lavoro è emerso che, con il passare del tempo, queste piccole lesioni possono aggravarsi e compore lo sviluppo di malesseri di differente entità a carico dei lavoratori.


Le patologie mediche più diffuse che riguardano gli arti superiori sono: le tendiniti, le tenosinoviti, la sindrome del tunnel carpale con conseguenti deficit sensitivi e motori.


A questo punto è diventato necessario domandarsi come evitare l’insorgere di problemi di salute migliorando l’ergonomia e la sicurezza sul lavoro


La risposta è stata l’elaborazione di uno strumento di analisi ergonomica della postazione di lavoro nella quale evidenziare tutti i fattori di rischio
e poi metterli in relazione con la durata complessiva del turno di lavoro.

 

OCRA Index

Negli studi sull’ergonomia sul posto di lavoro la valutazione dei fattori di rischio che causano i disturbi negli apparati muscolo-scheletrici è realizzata con la metodologia per il calcolo dell'Indice di Sollevamento in attività di movimentazione manuale dei carichi. Questo indice, conosciuto come OCRA Index –(Occupational Repetitive Actions Index) è espresso dal rapporto tra il numero giornaliero di azioni effettivamente svolte con gli arti superiori in compiti ripetitivi e il corrispondente numero di azioni raccomandate.

Queste ultime sono stimate considerando una costante (30 azioni/min) in condizioni ottimali e incrociate con le caratteristiche di altri fattori di rischio quali:

  • forza
  • postura
  • fattori complementari
  • periodi di recupero

 

Analisi ergonomica postazione di lavoro

L'indice di esposizione risultante, individua una serie di fasce di rischio espresse nella tabella.

Check List OCRA OCRA FASCIA RISCHIO
FINO A 7,5 2,2 FASCIA VERDE ACCETTABILE
7,6 - 11,00 2,3 - 3,5 GIALLA BORDERLINE O MOLTO LIEVE
11,1 – 14,0
14,1 – 22,5
3,6 – 4,5
4,6 – 9,0
ROSSO LEGGERO
ROSSO MEDIO
LIEVE
MEDIO
>= 22,6 >= 9,1 VIOLA (rosso intenso) ELEVATO

 
L’analisi pone l’attenzione sui principali fattori che possono determinare l’insorgere del rischio: ripetitività delle azioni, forza, postura errata, periodi di recupero.Oltre a queste categorie bisogna tener conto di eventuali altri fattori specifici dell’azione svolta che possono determinare un aumento delle condizioni negative (uso di strumenti vibranti, condizioni microclimatiche sfavorevoli, necessità di indossare guanti o indumenti specifici protettivi).La durata del turno lavorativo è un altro parametro usato nella quantificazione dell’impegno del lavoratore. Per elaborare una corretta valutazione dell’esposizione al rischio, è necessario tenere conto di questo dato e analizzare nel dettaglio le varie fasi del lavoro. 

  • Azione tecnica: fase che comporta un’attività meccanica di uno o più parti del corpo
  • Ciclo: sequenza di azioni tecniche ripetute più volte nello stesso modo
  • Compito lavorativo: attività che permette di ottenere uno specifico risultato operativo
  • Lavoro organizzato: insieme di attività lavorative svolte durante un turno

 

Avvitare o assemblare i componenti di un prodotto possono sembrare azioni semplici. In realtà queste prevedono un’organizzazione preventiva e l’impiego di strumenti più complessi delle comuni attrezzature.Spetta al datore di lavoro l’obbligo di eliminare il rischio dagli ambienti sotto la sua supervisione e di adottare tutte le misure tecniche utili a ridurre gli sforzi e le movimentazioni manuali, attrezzandosi anche con ausili meccanici. 

 

RDB ha come modello tutto ciò che è previsto dalle indicazioni dell’ergonomia dei posti di lavoro ed è in grado di progettare carri ponte per postazioni di lavoro ergonomiche e libere da ingombri a livello del piano di lavoro (WCM ORIENTED) che possano aiutare il lavoratore a svolgere le mansioni lavorative senza compromettere la sua salute.

 

Le soluzioni RDB con braccio ergonomico sospeso permettono di sfruttare l’intera area frontale di prelievo dei componenti sia con una postazione singola che con la linea di montaggio in movimento, RDB è un partner professionale che collabora con le aziende clienti per sviluppare le migliori soluzioni e postazioni ergonomiche per luoghi di lavoro.

Newsletter RDB

Iscriviti alla nostra newsletter, sarai regolarmente aggiornato sulle novità del settore, le innovazioni tecnologiche e altre informazioni sul mondo RDB. Di regola, l’uomo che ha più successo nella vita è colui che ha più informazioni. (Benjamin Disraeli)

Richiedi informazioni
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Ok